Festa della Musica e Festa Nazionale AIL – I concerti di Hello Music a Palazzo

Vi aspettiamo al nostro sesto concerto in programma Martedi 21 giugno PALAZZO SANSEVERINO-FALCONE
đź“Śore 20.30 AperiConcerto
📌ore 21.00 “BELCANTO ENSEMBLE” Rosaria Buscemi -soprano Ivan Nardelli -flauto Fabrizio Luchetta -clarinetto Massimo Celiberto -corno Alessandro Vuono-pianoforte
đź“ŚIl concerto verrĂ  aperto dal TRIO IUVENES Valentina Bonanno -violino Andrea Spezzano -violoncello Mikaela Montalto -pianoforte

Programma

GIOACHINO ROSSINI
L’invito [Les Soirées Musicales]
Sinfonia [Semiramide]
Non si dĂ  follia maggiore [Il turco in Italia]

GAETANO DONIZETTI
Sinfonia [Don Pasquale]
So anch’io la virtù magica [Don Pasquale]

VINCENZO BELLINI
Fantasia da concerti sui temi de I Capuleti e i Montecchi

LUIGI ARDITI
Il bacio

GIUSEPPE VERDI
Sinfonia [Nabucco]
Anch’io dischiuso un giorno [Nabucco]

La Festa della Musica si fonda sui seguenti principi:

1. La Festa della Musica si svolge, ogni anno, il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate.
2. La Festa della Musica è una celebrazione della musica dal vivo destinata a mettere in valore la molteplicitĂ  e la diversitĂ  delle pratiche musicali, per tutti i generi di musica.
3. La Festa della Musica è un appello alla partecipazione spontanea e l’e-spressione gratuita di tutti i musicisti, professionisti e amatori, solisti e di gruppo, e di tutte le istituzioni musicali.
4. Tutti i concerti sono gratuiti per il pubblico.
5. La Festa della Musica è una giornata eccezionale per tutte le musiche e tutti i pubblici. I coorganizzatori si impegnano a promuovere, in questo quadro, la pratica musicale e la musica dal vivo senza fine e spirito lucrativo.
6. La Festa della Musica è soprattutto una manifestazione all’aperto che si svolge nelle strade, sulle piazze, nei giardini pubblici, nei cortili… Alcuni luoghi al chiuso possono essere ugualmente impiegati ma solamente se praticano la regola dell’accesso gratuito al pubblico. La Festa della Musica è anche l’occasione di investire o di aprire eccezionalmente al pubblico al-cuni luoghi che non sono, tradizionalmente, dei luoghi di concerti: musei, ospedali, edifici pubblici ecc.
7. I coorganizzatori si impegnano a rispettare lo spirito e i principi fondatori della Festa della Musica come annunciati in questa carta.

*Budapest, 1 novembre 1997

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *